Da alcuni anni sono un soddisfatto possessore di Kindle. Per quanto mi riguarda l'ebook reader con schermo e-ink è l'unica modalità accettabile di lettura su un dispositivo elettronico. La qualità di lettura è seconda solo a quella della carta stampata, su cui però ha il vantaggio della comodità di trasporto.

A parte la lettura di libri, un'abitudine che avevo preso era di leggere articoli scaricati da Internet. In particolare sul mio Kindle finivano spesso gli articoli provenienti dalla mia applicazione read it later e selezioni di voci Wikipedia su un particolare argomento.

Wikipedia ha una funzione che i più ignorano a cui si accede dal link Crea un libro nel menù di sinistra. In modalità Creatore di libri, è possibile raccogliere voci di Wikipedia, ordinate a suddivise in sezioni. Ad esempio ho fatto un libro per aiutarmi nella lettura di Down and Out in the Magic Kingdom.

Fino ad alcuni mesi fa era possibile scaricare l'eBook in formato ePub e quindi convertirlo facilmente per la lettura su Kindle. Ora l'unica opzione rimasta è il pdf. Wikipedia fa ottimi pdf, ma come tutti i pdf sono pressoché illeggibili sugli ebook reader. Poi anche il mio Wallabag ha deciso che non è più in grado di esportare in ePub i miei articoli da leggere.

Avrei potuto trovare alternative: Amazon stesso ha una funzionalità di conversione di documenti html. Ci sono altre applicazioni read it later che inviano gli articoli sul Kindle (Readability, Instapaper). Ci sono ottimi software per creare ebook (Sigil).

Nessuna di queste soluzioni però è sufficientemente pratica. Ho preferito leggere sul monitor del desktop o del cellulare e per un po' il mio Kindle è stato relegato a finire l'ennesimo volume di A song of Ice and Fire o qualche classicone inglese nel pubblico dominio.

Infine mia moglie ha avuto bisogno di leggere una serie di voci Wikipedia in tedesco con l'aiuto di un dizionario. In questo, la comodità di un ebook reader è difficilmente pareggiabile. Abbinato alla possibilità di evidenziare frasi e prendere appunti, rende lo strumento insostituibile.

Così mi sono messo di buona lena a studiare una soluzione ed è nato ePubber. Scusate per il nome orribile, devo essere stato influenzato da tutti gli strumenti simili che ho valutato prima di decidere che non c'è nulla che faccia al caso mio. Lungi dall'essere perfetto o completo, è però un software funzionante e utilizzabile.

È uno script Python semplice da installare e ancora più semplice da utilizzare. È testato solo su Ubuntu, ma dovrebbe funzionare anche su Mac e Windows. Per indicare gli articoli, basta fare un file di testo con una lista di URL. Lo script si occupa di scaricare l'html, le immagini, togliere la formattazione superflua e generare tutti i file necessari (compresi gli indici).

In fondo non è un gran lavoro, perché un ePub è sostanzialmente uno zip di file html. La cosa più difficile si è rivelata la pulizia dell'html. All'inizio mi ero affidato alle API di Readability, ma non riescono a pulire l'html delle voci Wikipedia. Alla fine ho scelto un'implementazione di Readability basata sulla libreria lxml di Python (potente, purtroppo richiede diversi pacchetti Ubuntu aggiuntivi).

Dato che il formato ePub non è supportato dal Kindle, se siete possessori di questo lettore è necessario un altro passaggio. Probabilmente se avete il Kindle avrete già installato calibre, un ottimo software di gestione e conversione degli ebook. Basta dargli in pasto l'ePub generato, trasformarlo in formato mobi e caricarlo sul Kindle. Buona lettura!

Per rendere ancora più semplice l'utilizzo, sto meditando di rendere disponibile il servizio via web. Fatemi sapere se siete interessati. Se invece siete interessati a creare un ebook con contenuti scritti da voi, dovreste dare uno sguardo a Leanpub.


Cover by ethermoon, some rights reserverd