Alcuni giorni fa è stato spento Kippt, il servizio di bookmarking che utilizzavo da alcuni anni. Mi sono quindi messo alla ricerca di un sostituto.

L'unico servizio di bookmarking di cui tutti parlano bene al momento è Pinboard, che al momento costa 11€ l'anno. La cifra non è assurda, soprattutto se il servizio è davvero buono come dicono, ma personalmente non la spenderei per un servizio di bookmarking. Ho approfittato quindi della situazione per cercare un'applicazione self-hosted.

Alla fine di una breve ricerca ho trovato Unmark che oltre ad essere un servizio a pagamento è anche un progetto Open Source. L'installazione è andata liscia (è un PHP/MySQL dopo tutto) e quindi mi sono ritrovato subito con un sito funzionante sul mio serverino domestico qubotto.

Qui iniziano i primi attriti. Il primo ve lo risolvo subito, se siete nella mia stessa condizione. Le possibilità di importazione di Unmark si limitano all'importazione da altre installazioni di Unmark (ad esempio dalla versione hosted a quella self-hosted). Il sito precisa che accetta solo json come formato d'importazione. Così, fiducioso, ho provato a mettere dentro direttamente l'esportazione che Kippt gentilmente invia via email. Niente da fare. Ho iniziato quindi un lento processo di reverse engineering e sono riuscito a tirar fuori questo script Python che converte l'export di Kippt in un formato compatibile con Unmark:

L'applicazione sembra molto curata esteticamente e piacevole da usare, con un eccellente versione responsive per il mobile, ma ha alcuni aspetti stonati.

La prima cosa di cui sento la mancanza è la possibilità di aggiungere un bookmark direttamente dall'applicazione. Bisogna usare per forza il bookmarklet o l'estensione per Google Chrome. Inoltre il titolo del bookmark è modificabile solo in fase di inserimento. Perché?

Dovrebbe esserci una preview del link, ad esempio per i video di YouTube dovrebbe esserci un player embedded dentro l'applicazione, ma non sono ancora riuscito a farla funzionare (forse funziona solo con l'estensione di Google Chrome?).

La logica di fondo di questa applicazione è quella di essere una sorta di Inbox con gli elementi classificati in base alle azioni da svolgere su di essi. Cito dall'help:

We call Unmark “the to do app for bookmarks”. So, you can think of Unmark as the place that you put bookmarks that you know you want to do something with at a slightly later time.

Questo viene realizzato classificando i link secondo delle label. L'idea mi piace molto, ma la lista delle label è molto parziale e assolutamente non configurabile:

  • Read
  • Watch
  • Listen
  • Buy
  • Eat & Drink
  • Do

Perché Eat & Drink e non Travel? E se avessi bisogno di una label Test per i software da provare?

Inoltre, dato che il supporto per vedere/leggere/ascoltare i link all'interno dell'applicazione è a dir poco limitato, l'utilità si limita a un punto di passaggio prima di inserire gli articoli in Pocket o di rimettere i video di YouTube nella watch list di... YouTube.

Limitandosi alla funzionalità di bookmarking, nelle FAQ è detto esplicitamente all'inizio:

It isn’t meant to be a full replacement for Pinboard or Delicious. In fact, we highly recommend Pinboard!

Molte di queste mancanze sono state evidenziate nel repository su GitHub, ma la maggior parte risale all'anno scorso. e non mi sembra che ci sia un gran movimento per svilupparle.

A conti fatti, non so se ha senso utilizzare effettivamente Unmark. Gli darò una chance ed eventualmente saprete se avrò optato per un'altra soluzione.

Le funzionalità presenti sono sicuramente utili, anche se incomplete, ma non credo giustifichino un'applicazione standalone. Sembrano più qualcosa che andrebbe aggiunto a un feedreader.


Cover by Pablo GarciaSaldaña, public domain